L’opera universalista di Juan Andrés


Quest’anno 2017 si celebra il bicentenario della morte del gesuita Juan Andrés (1740-1817), ideatore della Storia Universale e Comparata della letteratura. Andrés, originario della provincia di Alicante (Planes), dopo l’espulsione della Compagnia di Gesù dai territori dell’Impero spagnolo e un breve confino in Corsica, si stabilì inizialmente a Ferrara, per poi passare a Mantova come… Continua a leggere

Cosa aprovata e bona: un “libro di segreti”


Il codice F.C. 2193 dell’APUG, un ricettario chimico-medico di piccolo formato, è risultato di particolare interesse a causa del testo tradito, di argomento insolito tra i documenti dell’Archivio,[1] e all’arco cronologico in cui è collocabile, tra fine Cinquecento e inizio Seicento. Il manoscritto è stato analizzato sotto vari aspetti (codicologico e paleografico, ma anche e… Continua a leggere

Il paradosso delle miscellanee


Miscellanea Martín M. Morales La miscellanea è la disfatta dell’archivio. E’ la vittoria della pigrizia dell’archivista che non riesce comunque a rinunciare alla sua smania ordinatrice. Il raggruppamento miscellaneo mette in crisi tutto l’archivio perché nella sua arbitrarietà si manifesta ciò che, altrove, nell’ordine, si finge e si nasconde e spesso si perde: la collocazione… Continua a leggere

Istoria del Concilio di Trento di Sforza Pallavicino


Nel Fondo Concilio di Trento sono conservati i due volumi (APUG 585 – APUG 586) a stampa della Istoria del Concilio di Trento editi a Roma nel 1656. Entrambi i volumi contengono numerose correzioni ed integrazioni al testo di mano dello stesso Sforza Pallavicino. Tra i codici manoscritti si segnalano anche alcune traduzioni latine dell’Istoria tra… Continua a leggere

Epistolae Bellarmini cardinalis: Indexes


The Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana contains the unpublished collection Epistolae Bellarmini Cardinalis, which is composed of about 2674 letters either sent to Cardinal Robert Bellarmine, or written by him, between March 1599 (when he was appointed as Cardinal) and October 1621. The letters in the collections are typewritten, and were collected by François Xavier Le Bachelet S.J. (1855-1925) and Sebastiaan Peter Cornelis Tromp S.J. (1889-1975). They are divided into nine volumes in chronological order: the first eight volumes contain the so-called Collectio Le Bachelet, while the last volume was added later by Tromp. Continua a leggere